Odontoiatria Estetica

Oggi si può migliorare l’aspetto dei denti!

Per odontoiatria estetica si intende lo studio e la creazione di restauri dentali che, pur resi necessari da problemi dentali come fratture, carie o mancanza di denti, ripristinino o migliorino l’aspetto estetico del volto.

A voler quindi essere rigorosi, nell’ odontoiatria estetica rientrano anche i trattamenti protesici ed alcuni conservativi.

Esiste inoltre la possibilità di ricercare la massima estetica dei denti naturali attraverso il loro sbiancamento in caso di colore non soddisfacente oppure mediante l’utilizzo di “faccette” quando, oltre al colore, anche la forma non ci soddisfa.

Vi invitiamo a vedere la photo gallery dei nostri casi clinici perché le immagini parlano più delle parole…

 

SBIANCAMENTO

Dona luminosità al tuo sorriso!

Lo sbiancamento dei denti naturali prevede l’uso di sostanze chimiche, quali il perossido di idrogeno o di carbammide, che applicate a determinate concentrazioni sulla superficie dei denti liberano ossigeno disgregando le pigmentazioni.

Si tratta di un trattamento non definitivo e per evitare complicanze ed ottenere la massima efficacia è consigliabile venga effettuato presso uno studio dentistico da personale specializzato.

Deve essere effettuato solo dopo una visita accurata dell’odontoiatra e mediante l’utilizzo di prodotti certificati.

 

FACCETTE

Rappresentano una metodica clinica per correggere o migliorare il colore dei denti naturali ma possono essere usate per modificarne la forma e/o l’allineamento

Si tratta di restauri, in ceramica o disilicato di Litio, sottili pochi decimi di mm, che vengono incollati con una tecnica adesiva molto accurata; si possono usare su denti singoli o su gruppi di denti.

Laddove bisogna modificare la forma dei denti originali è necessario asportare fino a spessori di circa 1mm della superficie esterna del dente mentre nei casi in cui è necessario incrementare lo spessore dello smalto del dente naturale o chiudere degli spazi è possibile incollare le faccette senza neanche limare il dente!

 

TRATTAMENTO DELLA SENSIBILITA’ DENTALE

Perché vivere in uno stato di perenne disagio e dolore acuto?

I soggetti che soffrono di denti sensibili infatti evitano azioni quotidiane come consumare cibi e bevande troppo caldi o troppo freddi; talvolta evitano anche di spazzolare i denti.

Trattare l’ipersensibilità dentale è possibile!

La sensibilità dentale si manifesta in presenza di dentina esposta.

La dentina è un tessuto che compone il dente, caratterizzata da canali microscopici, chiamati “tubuli dentinali”, che sono canali in cui scorrono terminazioni nervose che portano gli stimoli nervosi alla polpa del dente. Quando i tubuli dentinali sono esposti, a causa di una recessione gengivale o di una perdita dello smalto, i nervi sono molto più facilmente stimolabili, causando così sensibilità ai denti.

Gli stimoli che possono attivare questo processo sono:

stimoli termici: sbalzi di temperatura per ingestione di cibi e/o bevande eccessivamente calde o fredde;

stimoli chimici: cibi o bevande acide o troppo dolci;

stimoli meccanici: l’eccessivo e/o errato spazzolamento può causare sia l’assottigliamento dello smalto dentale che la retrazione del margine gengivale.

Il trattamento della sensibilità dentale si basa quindi sull’ostruzione dei tubuli dentinali mediante l’applicazione topica di sostanze come vernici o gel specifici che contengono idrossiapatite, componente principale del tessuto osseo, oppure, sali di potassio che rendono meno eccitabili le fibre nervose della polpa, riducendo il dolore.

 

TRATTAMENTO DEI DIFETTI DELLO SMALTO

Una volta accertata la diagnosi si imposterà un piano di trattamento più adatto al caso.

Le forme cliniche non sono tutte ugualmente gravi tanto che in alcuni casi è l’aspetto estetico quello che maggiormente interessa al paziente.

In realtà però alcuni difetti dello smalto possono predisporre anche a lesioni da usura o carie.

Negli ultimi anni, accanto alle tecniche restaurative più indaginose (conservative o protesiche) vengono considerate anche metodiche minimamente invasive, che assicurino un risultato accettabile e permettano di re-intervenire facilmente in un secondo momento, se necessario.

Fissate un appuntamento per avere una diagnosi corretta ed eventualmente avviare il trattamento più adatto alle vostre esigenze.

Le informazioni riportate in questo sito hanno fine unicamente informativo e divulgativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici. Dette informazioni non sono pubblicate per sostituirsi alla corretta relazione tra paziente e medico. Il titolare del sito non può esser ritenuto responsabile dei risultati o conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo delle informazioni pubblicate.