Edodonzia

Il trattamento endodontico noto anche come “devitalizzazione” consta di una serie di passaggi tecnici che prevedono l’eliminazione della polpa (che non deve essere effettuata con materiali che contengono componenti tossici) e la sagomatura dei canali atta a permettere il riempimento degli stessi con materiale idoneo non riassorbibile. Queste procedure sono seguite dalla ricostruzione dell’elemento dentario e, talvolta, dalla ricopertura con protesi.

L’endodonzia può essere necessaria anche in denti già trattati endodonticamente ed in cui il trattamento non sia giunto a buon fine; in tal caso si parla di ritrattamento endodontico.

  1. Perché si parla di “devitalizzazione”? Perché si toglie al dente la polpa dentale cioè la parte più vitale, che contiene le terminazioni nervose e i vasi sanguigni.

  2. Quando è indicato il trattamento endodontico? In generale in presenza di infiammazione non reversibile della polpa dentale che può essere associata a carie o a traumi. Mal di denti, ipersensibilità dentinale e dolore acuto in corrispondenza delle radici sono segni abbastanza chiari di un’infiammazione in corso così come alcuni ascessi e cisti dentarie o granulomi. Il trattamento endodontico va eseguito sui denti che hanno prognosi ragionevole.

  3. L’uso dei sistemi ingrandenti e l’isolamento del campo per noi sono dei must! Nel nostro studio tutte le procedure vengono effettuate con tecniche asettiche ed adeguato isolamento del campo operatorio per la vostra sicurezza: solo con l’isolamento si previene la contaminazione dell’elemento dentario in trattamento e l’accidentale ingestione dei piccoli strumenti che vengono utilizzati.

Le informazioni riportate in questo sito hanno fine unicamente informativo e divulgativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici. Dette informazioni non sono pubblicate per sostituirsi alla corretta relazione tra paziente e medico. Il titolare del sito non può esser ritenuto responsabile dei risultati o conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo delle informazioni pubblicate.